Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

I sogni di Zaniolo: “Numero 10 azzurro e Pallone d’Oro. Ma prima un trofeo”

Nicolò aggiunge: "Mourinho è un vincente, un motivatore. Ci sta insegnando l’unione, la mentalità"

Redazione

Nicolò Zaniolo dall’infanzia al futuro, in una lunga intervista a “The Athletic”. Se le radici sono storia nota, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, incuriosisce quello che l’attaccante sogna fra Nazionale e Roma. "L’Italia ha sempre avuto grandi campioni, quindi le aspettative sono alte. Se le persone decideranno che io sarò il nuovo ipotetico numero 10 della Nazionale, ben venga". Superato il doppio infortunio («Io avevo una predisposizione che poi con l’operazione sono riuscito a risolvere»), racconta la sua stagione così: "Sarebbe stato da pazzi pensare che dopo due operazioni avessi potuto segnare 25 gol, non è umano. Ora mi sento al 100%". E poi c’è Mourinho. "È un vincente, un motivatore. Ci sta insegnando l’unione, la mentalità. Speriamo di vincere la Conference, visto che a Roma un trofeo manca da tanto". Possibile, se c’è Abraham. "È forte, ha fisico, tecnica, tiro, velocità. È completo". Per questo il futuro sembra dolce. "Vorrei vincere trofei e diventare ancora più forte". Magari da Pallone d’Oro. "Si gioca per quello. È il sogno di ogni giocatore. È durissima, ma perché no?". Titoli di coda sul mercato. "Io all’estero? Non si sa mai, la vita è imprevedibile. Di certo è un’esperienza che ti fa crescere. Non si può sapere".