Gattuso: “Siamo tristi per Maradona, ma usiamo la mascherina”

Rino esulta, poi ricorda il buon senso: “La città soffre, però stiamo attenti…”

di Redazione, @forzaroma

Ha giocato da grande squadra, il Napoli, impressionando per la gran mole di lavoro prodotto. Rino Gattuso è soddisfatto del 4-0 sulla Roma. “Abbiamo fatto una grande prestazione, ci tenevamo a non sbagliare. In città si respira un’aria triste, ma c’è bisogno di buonsenso. Troppa gente senza mascherina. È giusto, Diego Armando Maradona è una leggenda e sanno tutti chi è. Però ora dobbiamo fare i bravi, altrimenti ne pagheremo le conseguenze”, ha detto il tecnico napoletano.

Poi, la speranza che la giustizia gli faccia giocare la partita assegnata a tavolino alla Juventus. “Io alle 19.05 ero sul pullman, pronto per partire. Avevamo grandi possibilità di fare risultato a Torino. Per me l’Inter è la squadra da battere, abbina forza fisica e qualità”. Lorenzo Insigne – si legge su ‘La Gazzetta dello Sport’ – l’aveva promesso a se stesso, di segnare per dedicare il gol a Maradona: “Sicuramente questi giorni ci hanno dato una spinta in più, è venuto a mancare il nostro idolo e fa male. Ci tenevamo più del solito a fare prestazione e risultato”, ha detto il capitano del Napoli. Che ha poi elogiato la squadra. “Noi abbiamo tanta qualità, ma a volte facciamo degli errori e non ci siamo con la testa, questo è sbagliato. La partita contro la Roma dovrà essere un punto di partenza, se giochiamo così possiamo battere chiunque.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy