Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

Garanzia Smalling: difesa blindata e Roma in crescita

Getty Images

Con il ritorno dell’inglese i gol subìti sono calati di oltre il 65%: Samp avvertita

Redazione

E’ una Roma di ferro. O, almeno, lo è a tratti, quando in difesa gioca un certo Chris Smalling, scrive Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport. Che già di per sé sembra un ossimoro, considerando la fragilità fisica dimostrata dal difensore inglese in questo ultimo anno e mezzo. Quando però Smalling c’è, è tutta un’altra storia. La Roma trova d’incanto solidità ed equilibrio difensivo, oltre che un upgrade a livello di personalità e carattere. Di più, Smalling garantisce serenità e tranquillità a tutti i compagni di squadra, non solo a quelli del reparto arretrato. E oggi la Roma andrà a caccia della terza vittoria consecutiva in campionato (cosa che è accaduta solo ad inizio torneo, con i successi contro Fiorentina, Salernitana e Sassuolo) puntando proprio su di lui, su Smalling. L’inglese dovrà vedersela probabilmente con Quagliarella, forse arginare anche le sortite offensive da dietro di Gabbiadini. Ma per uno che viene da un duello dominato con un gigante come Zapata non c’è timore. A dire che esiste una Roma con Smalling e una senza sono soprattutto i numeri. Da quando è rientrato a fine novembre Smalling ha giocato sette partite (saltando solo quella di Sofia), in cui la Roma ha subito in tutto 5 reti, alla media di 0,71 a gara. E non ci fosse stato quello 0-3 interno con l’Inter in cui la Roma si è persa subito, anche a causa della tante assenze, la media sarebbe stata anche migliore. Nelle nove gare stagionali in cui Chris è partito dal via la Roma ha subito solo sei gol, chiudendo con la porta inviolata in ben 5 occasioni. Basterebbe questo per dimostrare quando sia imprescindibile Smalling per la Roma. Poi, però, c’è anche tutto il resto.