Friedkin contatta Vitek per lo stadio: nuova offerta vicina

Friedkin contatta Vitek per lo stadio: nuova offerta vicina

Anche con l’ok all’impianto Pallotta venderà. Da Houston si lavora già col ceco. Ma i sudamericani insistono

di Redazione, @forzaroma

C’è una regola non scritta nel mondo degli affari che invita a parlare poco di una trattativa in corso. Ecco, se dessimo retta a ciò, l’impressione è che a fare sul serio nell’acquisto della Roma sia più Dan Friedkin che la cordata sudamericana – con base in Uruguay – che da tempo corteggiano James Pallotta, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

In ogni caso, anche oggi – in barba alla regola sopra accennata – è tornato a parlare Gaston Fernandez, l’intermediario salito alla ribalta nei giorni scorsi per aver rivelato del consorzio sudamericano interessato ad acquistare la Roma, legando a questa ipotesi l’arrivo di Cavani: “Posso confermare che stanno tentando di prendere la società e portare l’attaccante, se l’operazione dovesse andare a buon fine – ha detto – ma al momento non ci sono novità”.

Ma Friedkin, sotto traccia, agisce a largo raggio. Ne è la prova il fatto che pochi giorni fa ha ripreso i contatti col magnate ceco Vitek, residente in Svizzera ma destinato – entro questo mese – ad acquisire le tre società del costruttore Luca Parnasi, fra cui Eurnova, che detiene i terreni di Tor di Valle.

Friedkin – pur senza proclami – sta lavorando sia per il presente che per il futuro, sempre tenendo conto di dover riformulare un’offerta digeribile per Pallotta. L’ultima, di fine maggio, prevedeva 490 milioni per i proprietari e 85 da versare nelle casse del club. Troppo poco, come si è visto, per il presidente. Adesso è quindi il momento di spingere di nuovo sull’acceleratore, anche perché – oltre agli americani – ci sono altri investitori pronti a muoversi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy