Friedkin aspetta il nuovo esordio e sogna la Champions

Il magnate texano modulerà l’offerta per il club in base ai 50 milioni d’introiti che la Coppa garantirebbe

di Redazione, @forzaroma

Due paia d’occhi dall’altra parte dell’oceano Atlantico per guardare la Roma? Possibile, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

Dan Friedkin e suo figlio Ryan – che se l’acquisto del club giallorosso andasse in porto, sarebbe il braccio operativo della proprietà nella Capitale – potrebbero essere interessati domani a vedere i giallorossi impegnati contro la Sampdoria. Non che la partita in sé meriti particolari attenzioni, ma da Houston la famiglia spera che la rincorsa alla zona Champions possa essere viva, perché l’assalto estivo potrebbe maturare in altro modo.

Fonti vicine alla trattativa hanno bollato come “fake news” il fatto che Friedkin possa fare una nuova offerta entro un mese, ma di sicuro la posizione in cui il club giallorosso chiuderà il campionato influenzerà la trattativa.

Il timore che si respira a Trigoria è che la rimodulazione dell’offerta da parte del magnate texan-californiano, aumenti la parte per il presidente e diminuisca quella destinata alla società, che nei 575 milioni dell’ultima offerta di maggio rappresentava circa 85 milioni, In ogni caso, prematuro sbilanciarsi su quote, anche perché c’è il mercato, con la suggestione di un’asta fra Milan e Lipsia per Schick.

Ad attendere lo snodarsi della trattativa, che naturalmente avrà sviluppi in tempi medi, c’è anche Radovan Vitek, ancora alle prese col possibile acquisto dei terreni di Tor di Valle, dove dovrebbe sorgere il nuovo stadio della Roma.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy