Fonseca: “Voglio ambizione e mentalità. Si vince così…”

Fonseca: “Voglio ambizione e mentalità. Si vince così…”

Il tecnico: “Con l’atteggiamento delle ultime due gare si può. Ancelotti grande, spero che ci sia”

di Redazione, @forzaroma

Oggi Fonseca cerca di portare a casa la terza vittoria consecutiva. Dovesse arrivare, sarebbe una catapulta verso la Champions, scrive Andrea Pugliese su “La Gazzetta dello Sport”.

Perché quello di oggi pomeriggio è a tutti gli effetti uno spareggio per la prossima Champions, con la Roma che ci arriva a sorpresa davanti ai partenopei, considerando anche tutte le difficoltà avute fin qui tra infortuni e problemi arbitrali. Fonseca sta cercando di infondere una mentalità vincente nel gruppo, vuole che questa si palesi anche contro squadra di caratura elevata: “Giocheremo contro una squadra molto forte, ma la nostra intenzione resta sempre la stessa ed è quella di essere corti e di difendere lontano dalla nostra porta – dice il tecnico giallorosso -. Abbiamo avuto tanti infortuni, ma la cosa più importante è che la squadra abbia la giusta ambizione. Questa è la cosa a cui tengo di più. La squadra deve lottare, correre sempre, fino all’ultimo minuto di ogni partita”. 

A conti fatti Fonseca ha perso una sola volta nelle 13 giocate con la Roma, proprio il k.o casalingo con l’Atalanta. È un dato che avvalora il lavoro fatto dal tecnico portoghese fino ad oggi, tra tante difficoltà, soprattutto nella costruzione di un gioco e della squadra. Ci sono però delle piccole grandi gemme che sono già abbastanza evidenti e che si riferiscono a Mancini e Pastore. Il primo Fonseca l’ha accompagnato nel momento di difficoltà e lanciato anche come centrocampista davanti alla difesa, il secondo l’ha di fatto tutto rigenerato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy