Fonseca scalda Roma e convoca i tifosi: “Orgogliosi di noi”

Fonseca scalda Roma e convoca i tifosi: “Orgogliosi di noi”

Progetto, nuove ambizioni, restyling dello stadio. L’allenatore vuole riempire l’Olimpico col Genoa

di Redazione, @forzaroma

Poco più di 30mila spettatori (con Pizarro che li saluterà dal campo) con la speranza che crescano a ridosso della partita con il Genoa. “L’ambiente dello stadio è fantastico”, ha ribadito Fonseca e “Record”. Il portoghese lo pensa davvero e in questo ricorda molto Garcia, che nel 2013 riuscì subito a riportare entusiasmo a Trigoria, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”.

La Roma non gioca la prima in casa dal 2016, quando vinse 4-0 con l’Udinese. Dei titolari è rimasto solo Dzeko, l’uomo più atteso anche domani. Per la prima volta dal 1993 sarà la prima ufficiale in cui né Totti né De Rossi ne faranno parte. La fascia sarà di un altro romano, Florenzi.

“Il mio obiettivo è far sì che la squadra conquisti la fiducia e questo sarà possibile solo con lavoro e dedizione. Non vinceremo tutte le gare, ma dobbiamo fare sentire ai nostri tifosi che siamo capaci di lottare sempre fino all’ultimo minuto”, le parole di Fonseca.

I romanisti questo chiedono: senso di appartenenza, coraggio, passione. Fonseca invece chiede anche il bel gioco: “Voglio che la mia squadra sia molto offensiva, che giochi nella metà campo avversaria, con la linea difensiva lontana dalla nostra porta. Il miglior modo di difendere è avere la palla”. L’obiettivo è chiaro: “Tornare subito in Champions e vincere qualcosa nel giro di due o tre anni”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy