Fonseca ritrova lo Shakhtar ma la Roma perde Dzeko

Il portoghese: “Lì sono stato felice. Decisiva l’andata”. Lesione all’adduttore per Edin, per la coppa si spera

di Redazione, @forzaroma

Nel giorno in cui Paulo Fonseca ritrova lo Shakhtar Donetsk – la squadra con cui ha vinto 7 trofei in appena tre stagioni e che quindi ha segnato il suo decollo come allenatore –, è costretto alla resa per quanto riguarda Edin Dzeko out perla lesione all’adduttore sinistro che terrà fermo il centravanti per un paio di settimane, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

Questo è un momento della stagione in cui gli impegni si infittiscono e così Borja Mayoral dovrà fare gli straordinari contro Milan, Fiorentina e Genoa sicuramente. Poi si vedrà se le condizioni di Dzeko gli consentiranno di essere disponibile nell’andata contro la squadra ucraina. Come dire, dopo l’addio a malincuore alla sfida con Ibrahimovic di domani, il nuovo obiettivo è questo.

È stato il destino che ci ha fatto trovare la mia ex squadra. – ha commentato il sorteggio Fonseca Ma sarà un turno difficile, conosco bene lo Shakhtar e i giocatori. Sono una grande squadra. Quest’anno in Champions hanno vinto due volte con il Real Madrid, hanno pareggiato con l’Inter. Sarà bello tornare lì dove sono stato molto felice: tre anni che non dimenticherò mai. Sarà importante per noi giocare bene qui all’andata perché è sempre difficile giocare in Ucraina, in questo caso a Kiev. È una squadra difficile e forte, dobbiamo dare il 100% in entrambe le gare“.

Il g.m. Tiago Pinto sceglie il basso profilo. “In Europa League vogliamo migliorare le nostre prestazioni“. L’impressione, però, è che per avere più speranze, sarà meglio recuperare Dzeko.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy