Fonseca: “Partita bellissima, stavolta ok anche in difesa”

Fonseca: “Partita bellissima, stavolta ok anche in difesa”

Il tecnico: “Mkhitaryan e Pellegrini fanno movimenti utili per la squadra Dzeko è molto importante per noi”

di Redazione, @forzaroma

I due gol di Berardi alla fine lo hanno infastidito, ma non sono riusciti a togliergli la gioia e il gusto della prima vittoria ufficiale sulla panchina giallorossa. Perché se è vero che la Roma nell’ultima mezzora è calata, è anche vero che nella precedente ora di gioco contro il Sassuolo aveva fatto faville. Paulo Fonseca si tiene stretto soprattutto questo, ciò che ha visto fino al gol del 4-1. «Abbiamo fatto una partita bellissima, con un eccellente primo tempo dove la squadra si è avvicinata a quello che le chiedo – dice alla fine il tecnico portoghese -. Poi abbiamo ceduto, ma è anche normale. Inconsciamente abbiamo pensato di avere la partita in mano e poi avevamo tanti giocatori che rientravano dagli impegni con le nazionali. Aver vinto non vuol dire però che non possiamo migliorare. Dobbiamo correggere le note negative, anche se questa volta devo dire che sono state poche».

SFUMATURE DIVERSE – E allora vediamo cosa gli è piaciuto e cosa no. Positivo l’atteggiamento più prudente da parte dei terzini. «Sto provando ad adattarmi al calcio italiano, abbiamo apportato dei correttivi tattici con un terzino che spinge di meno e uno di più – dice lui -. La Serie A è molto offensiva, di questo passo supererà gli altri campionati europei». E poi i singoli, ad iniziare da Dzeko e Pellegrini, ieri entrambi al top. «Dzeko è un grandissimo giocatore, per noi è molto importante. Ha fatto un gol, ma poteva farne anche di più. Con lui, Mkhitaryan, Veretout e Pellegrini trequartista abbiamo la possibilità di tenere molto di più la palla rispetto a prima. Lorenzo ha giocato bene anche se non da dieci, Mikhi non è un’ala pura, ma sa smistare la palla e non la perde. La squadra ha beneficiato dei suoi movimenti e di quelli di Pellegrini». E se c’è allora una sfumatura negativa, è proprio quell’ultima mezzora. «Dobbiamo essere più efficaci nel possesso della palla nei momenti chiave – conclude Fonseca -. Quando si vince non si può mollare nulla in campionato come questi. Ma anche difensivamente abbiamo fatto la nostra miglior partita dall’inizio della stagione, il Sassuolo a conti fatti non ha avuto molte occasioni». Contava vincere, per ora basta quello. E quei primi 60 minuti, poi, sono stati bellissimi.

(La Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy