Fonseca aspetta Karsdorp. Mkhitaryan in aiuto dell’Armenia

Il trequartista si sta allenando con i compagni e scende in campo sui social per denunciare la guerra nel suo Paese

di Redazione, @forzaroma

Fazio che torna ad allenarsi con il gruppo, Karsdorp ancora a parte, Mkhitaryan regolarmente in campo ma con il cuore e la testa accanto al popolo armeno. È tornata ad allenarsi ieri la Roma di Fonseca, praticamente con soli giocatori della prima squadra, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”. La società, infatti, a scopo precauzionale ha fatto fare i tamponi a tutti i giocatori della Primavera, mandati poi a casa in attesa dell’esito, visto che domenica scorsa avevano affrontato al Tre Fontane il Genoa.

Papà lo è diventato qualche mese fa, per la prima volta, Mkhitaryan. L’armeno, da grande professionista quale è, si allena regolarmente, ma quello che sta succedendo nel suo Paese, con la tensione alle stelle con l’Azerbaigian, lo sta toccando molto. Da simbolo del Paese, oltre che da capitano della nazionale, Micky ieri ha postato foto dei bombardamenti e di piccoli bambini feriti e ha rivolto un appello a tutta la comunità internazionale: “La fine immediata di questi crimini contro l’umanità è urgente e vitale. La Turchia deve  questa offensiva incluso il reclutamento di combattenti terroristi stranieri per attaccare gli armeni. Invito la comunità internazionale e gli alleati ad un intervento urgente per evitare un altro genocidio”. Parole sentite, quelle del ragazzo, a cui la Roma ha concesso ampia libertà di comunicazione sui social su un tema tanto delicato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy