Florenzi terzino, ma dipende tutto da Pastore

Florenzi terzino, ma dipende tutto da Pastore

Se l’argentino non ce la facesse a giocare la terza gara in 7 giorni il capitano avanti e Spinazzola terzino

di Redazione, @forzaroma

Florenzi-Spinazzola-Pastore. Il triangolo è quello dei dubbi, che si incastrano uno sull’altro ma sono poi tutti correlati tra di loro. Di fatto, tre giocatori per due maglie, ma che poi a secondo di chi giocherà può cambiare un po’ tutto, scrive Andrea Pugliese su “La Gazzetta dello Sport”. Alla fine l’assetto scelto da Fonseca dovrebbe essere quello con Florenzi basso – da terzino destro – e Pastore confermato come trequartista centrale, alle spalle di Dzeko. Ma i dubbi restano e probabilmente saranno tali anche oggi, fino a poco dal fischio d’inizio. Perché non più tardi di due settimane fa lo stesso Fonseca ha pubblicamente ammesso come Pastore non sia in grado di fare due gare in tre giorni. Quella di stasera, invece, per l’argentino sarebbe la terza in sette.

Se alla fine Fonseca dovesse decidere di non schierare Pastore, al centro del tridente di trequartisti scivolerebbe Zaniolo, con lo spostamento di Florenzi alto a destra e l’inserimento al suo posto come terzino di Spinazzola. Un piccolo effetto domino, dove chi comanda è proprio Pastore ma l’ago della bilancia è appunto Florenzi. Con Mancini confermato in mediana al fianco di Veretout, dovrebbe esserci spazio dal via per Diego Perotti, alla sua prima partita da titolare in questa stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy