Finanza e mercato: i Friedkin disegnano la Roma

ll ceo Fienga a Londra per il primo vertice. Mani su Smalling e occhi su Milik: “Al top in Italia ed Europa”

di Redazione, @forzaroma

Ieri il ceo Guido Fienga è volato a Londra per incontrare Ryan, figlio di Dan Friedkin. Grazie alla tecnologia poi, dallo stesso Dan fino ai manager più importanti Williamson (che era con loro), Watts e Walker sono stati tutti in contatto, ma il centro del lavoro non è stato il mercato che verrà, ma le operazioni finanziarie che sono necessarie per completare il passaggio di proprietà, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

Con il nuovo ds si proverà ad allestire “una squadra in grado di competere per le prime posizioni nel campionato nazionale e nelle competizioni internazionali” come annunciato dai Friedkin nel comunicato, ma il ruolo non verrà assegnato prima di ottobre. Detto che i Friedkin sono attesi a Roma in settembre, il mercato sarà fatto con oculatezza, pensando soprattutto alle cessioni. In questo senso, pare vicino l’addio di Florenzi, che potrebbe approdare da Ancelotti all’Everton. Filtra ottimismo sul fronte Smalling. Il difensore inglese, che a novembre compirà 31 anni, sembra intenzionato a puntare i piedi per restare in giallorosso. Così, grazie alle iniezioni di liquidità dei Friedkin e alla presenza di Fienga in Inghilterra, l’affare potrebbe chiudersi di nuovo con la formula del prestito oneroso, anche se stavolta con l’obbligo di riscatto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy