El Shaarawy, venti cinesi. Lo Shanghai offre un triennale da oltre 45 milioni

La Roma chiede 20 milioni, in attacco l’idea è Taison. Nzonzi: multa e addio?

di Redazione, @forzaroma

Un vento cinese che arriva spazzare il cielo della Roma, scrive Massimo cecchini su La Gazzetta dello Sport, a caccia di novità, perché lo Shanghai Shenua fa sul serio. Obiettivo chiaro e noto: Stephan El Shaarawy.

Per averlo il club cinese ha messo sul piatto un enorme triennale da circa 15 milioni a stagione, mentre per la Roma – un po’ fragile per il fatto che l’attaccante ha il contratto in scadenza tra dodici mesi – l’offerta è di 10 milioni più bonus. La risposta è stata netta: 20 milioni. L’impressione è che ci si possa incontrare a 18, anche se il giocatore sta riflettendo parecchio.

Ieri era giorno di visite mediche a Villa Stuart e Steven Nzonzi non si è presentato, sorprendendo molto la dirigenza. Possibile che, per evitare una minusvalenza (Nzonzi è stato pagato al Siviglia 29,4 milioni a bilancio), la cessione sia in prestito con riscatto. Piace anche al Monaco e al Marsiglia.

In attacco, adesso che potrebbe aprirsi spazio con la possibile cessione di El Shaarawy, oltre a Lammers del Psv, riprende quota la candidatura di Taison dello Shakhtar, che Paulo Fonseca conosce naturalmente molto bene. Il brasiliano, a 31 anni, potrebbe costare una dozzina di milioni e assicurare alto rendimento. In difesa le piste sono tante e vivo l’interesse per Hysaj, il cui arrivo però è condizionato alla partenza di Florenzi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy