El Shaarawy la illude, Romero la agguanta: 4° posto lontanissimo

El Shaarawy la illude, Romero la agguanta: 4° posto lontanissimo

E in pieno recupero la squadra di Prandelli spreca anche il calcio di rigore della “salvezza” con Sanabria

di Redazione, @forzaroma

Genoa e Roma danno vita a una sfida che sembra lo specchio degli obiettivi che rincorrono. Balbettante, palpitante, incerta, tesa e con un esito che si conoscerà solo alla fine. Sì, come per le volate Champions e salvezza. Come riporta La Gazzetta dello Sport, a un certo punto, l’improbabile inverno di questo maggio è entrato anche nel cuore dei genoani: ce lo ha infilato El Shaarawy con quel diagonale preciso come una freccia. Dopo tanta fatica e occasioni perse, ecco servita la beffa per un dei migliori Genoa della stagione. Invece è spuntata alta la zucca di Romero a rimettere un po’ di giustizia in campo. E poi, all’ultimo respiro della sfida, ecco l’occasione della vita, per l’ex Sanabria entrato da poco e per i rossoblù. Sanabria lo conquista, il rigore, costringendo Mirante al fallo. Dovrebbe tirarlo Criscito, ma vuole metterci la firma lui e il capitano gli cede il passo. Non lo avesse mai fatto. Mirante para e ricaccia il Genoa nella bagarre. Per la Roma la strada Champions si fa in salita. Domenica c’è la Juventus all’Olimpico, che non si scanserà. I giallorossi devono vincere, per essere pronti a sfruttare le ultime sfide con Sassuolo e Parma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy