E Perrotta prenota l’Europa

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – C.Zucchelli) Se non ci fossero state feste meravigliose come quelle di Totti e Romagnoli, quella di ieri sera sarebbe stata tutta sua. Per il secondo gol in questo campionato, ma il primo all’Olimpico (l’altro era arrivato a Siena). Simone Perrotta se la gode, lui che in estate era stato messo ai margini (non era stato portato neanche nella tourn?e americana) e che adesso, in campo e fuori, ? uno degli uomini pi? importanti di questa Roma: ?Quando non si gioca si soffre, per? sono sempre rimasto tranquillo, mi sono allenato con entusiasmo, consapevole di poter dare il mio contributo e la societ? non mi ha messo i bastoni tra le ruote?.

 
TERZO POSTO? In settimana Perrotta, che in quest’ultimo periodo si ? allenato nonostante un fastidio al flessore, era stato chiaro: senza Europa la stagione della Roma sarebbe fallimentare. Ieri ha precisato: ?La testa va al terzo posto, dobbiamo pensare in grande per ottenere il massimo. ? molto difficile, siamo distanti, ma ci giocheremo le nostre carte?. Come? Coinvolgendo tutti, giovani (leggi Romagnoli) e vecchi (leggi, senza offesa, Totti). Perrotta, che ha solo un anno in meno del capitano e un contratto in scadenza a giugno, sorride: ?Siamo contenti per Alessio, ha qualit?, sta crescendo e ha fatto benissimo. Francesco? Mi aspettavo che continuasse a questi livelli, pu? fare ancora tanti gol, sta bene, non ha problemi fisici e sta facendo una grande annata anche sotto il profilo atletico. ? uno che tende a ingrassare, ma sta molto attento a quello che mangia e in campo si vede da come corre. Giocare cos? a 36 anni ? fantastico, significa essere un grande atleta e io spero che Francesco possa continuare cos? per non fermarsi a Nordahl e arrivare primo?. Totti ha corso molto ieri, cos? come la Roma tutta, ma la squadra ? sembrata meno brillante rispetto alle ultime due gare. Perrotta non lo nega: ?Non abbiamo fatto una grande prestazione onestamente, forse ? stato un passo indietro rispetto alle partite con Juve e Atalanta per? quando vinci gare contro squadre cos? organizzate ? positivo. Abbiamo rosicchiato qualche punto alle altre concorrenti. Teniamoci il risultato e non la prestazione?. A fare i complimenti alla squadra anche l’infortunato Marquinhos (presente allo stadio dopo essere stato in ritiro coi compagni) su Twitter: ?Bravi ragazzi, siete dei veri campioni. Complimenti a tutta la squadra, specialmente al mio amico?. Cio? Romagnoli.

 

 
RABBIA OSVALDO?L’unico a non essere soddisfatto ieri sera ? stato Daniel Osvaldo. Quando Andreazzoli l’ha tolto per inserire Perrotta, l’italoargentino, fischiatissimo da tutto lo stadio, ? andato direttamente negli spogliatoi senza salutare l’allenatore, senza fermarsi in panchina come prescrive il regolamento e senza preoccuparsi delle parole di Muzzi, che lo rincorreva per farlo sedere in panchina. Col vice di Andreazzoli c’? stata qualche parola di troppo, quando Osvaldo ? rientrato era piuttosto nervoso ma poi ha lasciato lo stadio senza dire una parola. Probabilmente la societ? lo multer?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy