E ora salvate il soldato Schick

Anche in assenza di Dzeko il centravanti della Roma ha perso il posto da titolare. Prestito sempre più possibile: la Samp ci prova

di Redazione, @forzaroma

Stavolta, forse, è proprio il caso di dirlo: salvate il soldato Schick. Salvatelo dalle proprie fragilità, dalle proprie (enormi) aspettative, dall’ansia di prestazione che lo porta a prendere un “giallo” solo per far vedere al tifo giallorosso che lui è uno che lotta, dal peso schiacciante dei 42 milioni da pagare per il suo cartellino.
Le sette partite da centravanti titolare che Di Francesco gli aveva concesso – scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport” – non hanno fugato i dubbi che vorticano sulla testa di Schick come avvoltoi. Sembra essere passata una vita da quando alla Roma il ragazzo diceva come sognasse un giorno di andare a giocare nei massimi club europei.
In questo quadro torna ad inserirsi il primo amore, ovvero la Sampdoria. Il club blucerchiato sarebbe pronto a riprendere in prestito Schick fino a fine stagione. Monchi ha sempre escluso questa eventualità ma a questo punto la cosa potrebbe essere conveniente anche per la Roma, che potrebbe vedere di nuovo valorizzare un capitale di 42 milioni. Certo dipenderà molto dalla permanenza o meno di Di Francesco.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 2 anni fa

    Ma che salvate! E’ un giocatore di provincia. Non adatto a squadre di grossa levatura (e la Roma lo è, anzi lo era). Prestiamolo alla Sampdoria e vediamo cosa farà a Genova. Se è buono lo facciamo rientrare, altrimenti complimenti a chi lo ha acquistato per ben 42 milioni di euro. Ma chi li paga?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy