Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

Dzeko torna a casa tra cani, amici e…il rischio fischi

Getty Images

I tifosi della Roma non hanno preso bene la decisione di Edin che in estate ha forzato la mano pur di arrivare a Milano

Redazione

Proprio adesso che gli ultimi scatoloni rotolano nella nuova casa di Milano, quella definitiva, rispunta Lei: mentre questa nuova vita milanese prende felicemente forma, la vecchia città torna a bussare. Oggi, scrive Dzeko Filippo Conticello sulla Gazzetta dello Sport, sfida il suo passato nell’Olimpico giallorosso e il battito sarà accelerato, quasi quanto quello di Mourinho che rivede la sua Inter. La differenza, semmai, la fa il sentimento dei tifosi: quelli interisti preparano da mesi lacrime e applausi per l’eterno José, i romanisti invece potrebbero perfino fischiare il vecchio re. Non hanno preso bene la decisione di Edin che in estate ha forzato la mano pur di arrivare a Milano. La Roma ha conosciuto l’airone di Sarajevo nel momento di massimo splendore, ma ha smesso di credere in lui quando Edin, nella scorsa stagione, quando non spiegava più le ali. A Milano, però, Dzeko è tornato in sé e ha trovato stabilità: nonostante tutto l'ex giallorosso rimane comunque il 9 che serviva a Simone per la sua ambiziosa missione, innestare l’Inzaghismo dentro al Contismo. Insomma, qualcuno a Roma potrebbe essersi pentito di aver aperto la porta di uscita troppo in fretta, mentre Inzaghi se lo coccola quando può: "Dzeko si è allenato molto bene, è un ex ma la partita la sentiamo tutti. Questa è la sfida più importante di questo ciclo ed è un piacere sfidare Mourinho", ha ammesso ieri nella conferenza di vigilia. Nuova vita per Edin che non ha trovato il gol in nessuna delle ultime sei presenze di campionato: questo inatteso digiuno italiano è stato reso più tollerabile però dalla doppietta in Champions contro lo Shakhtar che ha tolto un peso enorme dalle spalle della sua nuova squadra. Ora, invece, toccherà all’Olimpico risvegliare i sensi, anzi forse basterà uno sguardo ai vecchi amici, tutti attesi in tribuna, per motivarlo nuovamente nella caccia a un nuovo gol in A. Edin e la compagna Amra non smettono di chiamare Roma “casa”. Milano, invece, per sua natura si scopre più lentamente, nonostante da pochissimo sono arrivati su pure i tre loro cani a rallegrare l’ambiente.