Difesa, è dieci senza lode. Che fine ha fatto il bunker?

Difesa, è dieci senza lode. Che fine ha fatto il bunker?

Nelle ultime 5 gare, sempre subiti due gol. Manca Alisson e i nuovi hanno deluso

di Redazione, @forzaroma

La Roma prende gol da 10 partite di fila tra campionato e Champions League e il confronto rispetto ad un anno fa è impietoso. Sicuramente – come riporta “La Gazzetta dello Sport” – ha influito la partenza di un numero uno – in tutti i sensi – come Alisson – ma la fase difensiva della Roma è davvero lontana parente di quella della scorsa stagione. Quest’anno sono 30 i gol incassati fino a questo momento (22 in campionato e 8 in Europa), nel 2017 erano la metà, 16. E se in Champions il trend è più o meno lo stesso (in questo girone le reti subite sono state 6), il rendimento in Serie A non ammette repliche: 10 gol contro 22, meno della metà.

Da un paio di mesi la Roma prende sempre gol e nelle ultime 5 ne ha incassati sempre un paio. Real e Viktoria Plzen in Champions, Inter, Cagliari e Genoa in campionato, che sia casa o sia trasferta, Olsen e Mirante soffrono e fanno soffrire. Come soffre l’allenatore a non poter schierare quei giocatori su cui, in estate, pensava di poter contare. Karsdorp era e resta una chimera, tra infortuni, condizione approssimativa e atteggiamenti che poco sono piaciuti a Trigoria, mentre Marcano, arrivato a parametro zero ma dopo essere stato eletto miglior difensore del campionato portoghese, ha pagato dazio all’Italia come nessuno si aspettava.

(C. Zucchelli)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy