Di Francesco: “Perotti mi ha sorpreso nel ruolo di falso nove. Dzeko è un 9 ideale”

“Il falso nove? Se è Totti, che mette la palla dove vuole, va bene. Anche l’argentino in quel ruolo mi ha sorpreso: è uno degli esterni più bravi a puntare l’uomo ma può anche giocare in mezzo”

di Redazione, @forzaroma

Eusebio Di Francesco, tecnico del Sassuolo, è tornato a parlare di Roma, la sua ex squadra, attraverso le pagine de “La Gazzetta dello Sport”. «Il falso nove? Se è Totti, che mette la palla dove vuole, va bene. Anche Perotti in quel ruolo mi ha sorpreso: è uno degli esterni più bravi a puntare l’uomo ma può anche giocare in mezzo», risponde l’allenatore neroverde. E per quanto riguarda il 9 ideale«Zaza per me è straordinario. Quando era da noi gli chiedevo: “Simone, oggi hai corso in allenamento?”. E lui: “Sì”. Poi gli facevo vedere i dati del Centro Mapei, che le altre società non hanno, e gli dicevo: “Questo livello non basta. Se non migliori, panchina. E migliorava, perché i dati non mentono, danno una motivazione speciale. Altri nomi? Dzeko, che ora non sta giocando al massimo. Poi Bacca, che attacca sempre la porta e non va mai in giro per il campo. Lui e Berardi possono fare i titolari ovunque, però ora non dite che vado al Milan: mi hanno accostato anche alla Nazionale, fa piacere ma restano chiacchiere».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy