Derby, Delio Rossi dà le nomination: “Correa e Florenzi”

Derby, Delio Rossi dà le nomination: “Correa e Florenzi”

L’ex tecnico biancoceleste: “Spesso ci sono protagonisti a sorpresa. La squadra di Inzaghi arriva meglio: una sfida che non regala solo i 3 punti”

di Redazione, @forzaroma

la certezza di Delio Rossi: “Il derby del’Olimpico non è una sfida come le altre. Facile dire che dà massimo tre punti. Non è così: se lo vinci, avrai tanto anche come autostima, ma se lo perdi, ti toglie molto e ti porta problemi nell’ambiente” dice l’ex tecnico della Lazio intervistato da La Gazzetta dello Sport. A Roma il tecnico romagnolo ha affrontato otto stracittadine, con un bilancio in perfetto equilibrio: due vittorie, tre pareggi e due sconfitte.

Rossi, il suo primo ricordo sul derby?
“Al mio primo giorno a Roma con la Lazio nessuno mi ha chiesto di raggiungere un certo traguardo, ma mi hanno soltanto ricordato che c’erano almeno due derby di campionato…”.

Che derby si aspetta?
Una sfida che come sempre sfuggirà a ogni pronostico. Conta molto scendere in campo con la giusta tensione. Sarà un derby anomalo visto che si disputa alla seconda giornata di campionato: una situazione che probabilmente escluderà certi calcoli tattici. Ne trarrà vantaggio lo spettacolo, ma andrà considerato che le due squadre non possono essere già al 100% “.

Come si presentano Lazio e Roma al primo faccia a faccia stagionale?
La squadra di Inzaghi ci arriva meglio: è più rodata, ha subito meno cambiamenti con alcuni innesti per rendere più omogeneo l’organico. La formazione di Fonseca è ancora un cantiere dopo una nuova rivoluzione che ha mutato la guida tecnica. E col Genoa sono emersi alcuni problemi in fase difensiva. A livello individuale, la Roma mi sembra inferiore alla Lazio“.

Chi sarà l’uomo derby?
Spesso emerge chi non ti aspetti. Quindi, oltre ai vari Milinkovic, Dzeko e Immobile, punterei su Florenzi. Da romano, romanista e nuovo capitano si esalterà. Sull’altro fronte Correa col suo gioco tra le linee potrà dare molto fastidio alla Roma. È cresciuto tanto: lo vedo come rivelazione della Lazio visto che sta anche segnando“.

Zaniolo andrà al top?
Ha già mostrato le sue grandi qualità. Lo scorso anno gli è mancata la continuità dopo un grande inizio. Come fisico e tecnica, può diventare devastante“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy