Dan, Roma è tua. Il tornado Friedkin su Trigoria: “Seguitemi, faremo grandi cose”

Il presidente e suo figlio Ryan sbarcano e parlano alla squadra. Smalling ora è a un passo e Dzeko sarà confermato. Florenzi va al Psg. Nuovo stadio: summit con la Raggi

di Redazione, @forzaroma

Dan e Ryan Friedkin erano già stati a Trigoria nel novembre scorso, accolti con gli onori che meritavano come potenziali acquirenti del club, ma tornarci da titolari dell’eredità sportiva e passionale rappresentata dalla Roma è stata tutta un’altra cosa, scrivono Massimo Cecchini e Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport

Arrivati nella Capitale due giorni fa, i nuovi proprietari – dopo un rapido blitz nella sede di viale Tolstoj – accompagnati dai manager Williamson e Walker, hanno attraversato i cancelli del centro sportivo intorno alle 16, per poi rimanervi per assistere all’allenamento da dietro ad una porta e vedere pochi minuti anche degli Under 12 al lavoro.

Ieri è stato un giorno felice per la società, che ha abbracciato il presidente e suo figlio, destinato a stare spesso nella Capitale. Le prime indiscrezioni, infatti, dicono che – pur non escludendo che la coppia possa fare un blitz a Cagliari per assistere all’amichevole di domani – domenica Dan Friedkin possa riprendere la via degli Usa, lasciando il figlio e dando appuntamento forse per l’esordio in casa con la Juve.

Il primo incontro “tecnico” i nuovi proprietari lo hanno avuto con Paulo Fonseca, che avevano già conosciuto in video chiamata. L’impressione reciproca, è stata confermata ottima, ed il senso del messaggio presidenziale al portoghese è stato questo: “Speriamo di fare grandi cose insieme“.

Lo stesso riservato a Edin Dzeko, capitano della squadra, raggiunto ieri da una telefonata della dirigenza, che gli ha ribadito un pensiero noto: non ti vogliamo vendere. E il bosniaco, pur attratto dalla Juve, di sicuro non punterà i piedi per andare via. Poi i proprietari hanno incontrato la squadra, dicendo anche qualche parola in italiano: “Finalmente siamo qui“.

Intanto è atteso un contatto anche fra i Friedkin è Zaniolo, che tra oggi e domani partirà per Innsbruck, visto che domenica sarà operato al ginocchio sinistro. Possibile che la Roma gli metta a disposizione un aereo privato per il viaggio insieme ai suoi affetti.

Il primo regalo dei Friedin alla Roma potrebbe essere Smalling, che non si allena con lo United. Il club inglese ha ricevuto una nuova proposta, sempre intorno 12-13 milioni, ma stavolta il difensore ha fatto capire chiaramente ai suoi dirigenti che vuole la Roma. Chi saluta invece è Florenzi che va al Psg in prestito.

Titoli di coda sull’agenda presidenziale in via di definizione. Possibile un incontro con la sindaca Raggi, così come con Malagò e Gravina, mentre non è certo quell’”appuntamento per un caffè” che Totti e i tifosi prima o poi si aspettano.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy