Corsa scudetto: Juve «cannibale», Napoli in discesa, Roma gran passista

Adesso la Roma sembra un passista, tipo di corridore che non eccelle in una specialità, ma che va forte dappertutto con andatura costante e sostenuta

di Redazione, @forzaroma

La Serie A sta per sfilare sotto lo striscione dei dieci chilometri al traguardo. Dieci giornate alla fine, con gran premi della montagna degni delle vette più dure.

Adesso la Roma sembra un passista, tipo di corridore che non eccelle in una specialità, ma che va forte dappertutto con andatura costante e sostenuta. Un grande passista è stato lo spagnolo Miguel Indurain, vincitore di cinque Tour di fila. Con Spalletti la Roma ha messo il «rapportone», è diventata regolarista: sette vittorie consecutive. Sei di questi successi sono arrivati contro avversari di medio-basso livello, ma il settimo sigillo, il 4-1 alla Fiorentina, ha rappresentato la prova del nove. La Roma può correre con la testa sgombra: tutto quello che c’è oltre l’obiettivo primario del terzo posto sarà un di più. Spalletti, però, ha davanti a sé il tracciato più duro: la cronometro con l’Inter, il derby-sprint con la Lazio, i tapponi con Napoli e Milan.

(S. Vernazza)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy