Col Villarreal fra turnover e barriere

Giovedì spazio alla seconde linee, poi comincerà il lavoro il lavoro nelle curve per il derby. Florenzi lascia Villa Stuart e torna a casa

di Redazione, @forzaroma

Nel giorno in cui Alessandro Florenzi esce da Villa Stuart, la Roma si interroga sul modo migliore per affrontare la gara di ritorno col Villarreal. Dopo lo 0­-4 dell’andata, la sensazione è che sia poco più di una formalità, anche se la concentrazione dovrà in ogni caso essere alta perché l’Europa League non fa sconti, scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport“. E allora c’è da aspettarsi un turnover ampio, anche perché domenica la Roma sarà a San Siro contro l’Inter. Davanti ad Alisson, perciò, possibile rivedere sia Juan Jesus che Vermaelen, mentre sulle fasce si scalda già Mario Rui. In mediana si va verso la riconferma di Paredes e chissà che non si riveda in campo Gerson. In avanti, si scalda un tridente di livello, come quello composto da Perotti, El Shaarawy e capitan Totti.

Intanto la riunione tecnica in Questura ha deciso che subito dopo il match con gli spagnoli comincerà l’abbassamento delle barriere nelle curve, così da poter completare i lavori in vista del derby del 1° marzo. Sarà rimodulato il servizio degli steward e l’uso delle telecamere «dedicate in via esclusiva alla zona centrale delle curve».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy