Che beata giovent?. Guida Marquinhos. Roma e Atalanta le baby d’oro di A

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport-A.Pugliese) Da una parte c’? Marquinhos, 18 anni, su cui hanno gi? messo gli occhi in tanti in giro per l’Europa. Dall’altra, invece, c’? Livaja. E in mezzo? Due progetti molto diversi tra di loro a livello di Dna, ma uniti da uno stesso comune denominatore comune: i giovani, il sale del futuro di Roma e Atalanta. E non ? un caso, infatti, che i due club che domenica si ritroveranno di fronte allo stadio Azzurri d’Italia siano quelli che in Italia puntano di pi? in assoluto sulla linea verde.

STUDIO -?A ricordarci di che sfida sar? domenica prossima c’? infatti anche uno studio condotto dal Cies Football Observatory (un organismo elvetico completamente supportato dalla Fifa e che nasce dallo sforzo congiunto dell’International Center for Sports Studies e l’Universit? francese di Franche-Comt?), che sottolinea come nella scorsa stagione?Roma e Atalanta siano state le squadre in Italia che hanno utilizzato pi? giovani (tra i 15 e i 21 anni) in assoluto: la Roma ? seconda, l’Atalanta prima, poi viene il Milan, anche se siamo lontanissimi dai livelli di Barcellona (38), Lione (31) e Real Madrid (29). In assoluto, per?, ? il Palermo la squadra che lo scorso anno ha avuto l’et? pi? bassa in assoluto (considerando tutti i giocatori che hanno messo in campo almeno per un minuto), con un’et? media di 26,35 anni (lontanissima dai top delle altre leghe: 24,02 del Tolosa in Francia, 24,25 dell’Hoffenheim in Germania, 24,25 dell’Espanyol in Spagna e 25,23 dell’Arsenal in Inghilterra), contro i 26,87 dell’Atalanta (terza) e i 26,93 della Roma (quinta).

VERSO IL SORPASSO? –
?E quest’anno? Per uno studio definitivo bisogner? aspettare la fine della stagione agonistica, ma c’? da scommetterci su chela Roma manterr? la sua leadership in materia. Tra gli Under 21 utilizzati quest’anno ci sono infatti Lamela, Marquinhos, Destro, Tachtsidis, Florenzi, Dod?, Nico Lopez e il baby Romagnoli. Dall’altra parte, l’Atalanta ha utilizzato solo De Luca e ora Livaja, cosa che fa pensare che sia facile che alla fine di questa stagione la Roma possa scalzare dal primo posto i bergamaschi. Un record che non fa la differenza e non fa classifica, ma che di certo render? felice il d.s. giallorosso Walter Sabatini (da sempre amante dei giovani) e potr? essere la base per un futuro roseo della Roma.

STRADA SEGNATA -?Del resto, che Roma e Atalanta credano nei giovani da sempre lo dicono anche i numeri del settore giovanile: 16 scudetti per i giallorossi tra Giovanissimi, Allievi e Primavera contro i dieci nerazzurri, anche se poi la Roma a livello Primavera ci associa anche 4 Coppe Italia (contro due), due Supercoppe e tre tornei di Viareggio (contro due degli orobici). Chiss?, poi molto dipender? anche dal tecnico del prossimo anno. Dall’Inghilterra arrivano voci (poco credibili) di un’offerta a Roberto Mancini, mentre?Galeone ieri si ? espresso cos?: ?Vedrete, Allegri alla fine andr? alla Roma?. Considerando che c’? sempre Ancelotti in ballo, chiss? se la strada dei giovani resister? davvero fino alla fine.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy