C’è Artur: “Quanti bei ricordi di Trigoria”

L’ex portiere della Roma: “Totti ci portava la pizza negli spogliatoi il venerdì o il sabato”

di Redazione, @forzaroma

È come se la sua fosse davvero un’altra vita. Artur, portiere della Chapecoense, in Europa ci stava bene eccome: ha difeso (pochissimo) i pali della Roma, poi ha giocato nel Braga e nel Benfica (più di 80 partite) e ha arricchito la bacheca con vittorie in campionato e nelle coppe nazionali, ma quest’anno ha deciso di tornare in patria ed essere il numero uno della Chapecoense, come scrive Zucchelli su La Gazzetta dello Sport.

L’affetto per la Roma, in cui ha giocato una dozzina di partite quasi dieci anni fa è però rimasto. Della sua squadra ci sono solo De Rossi, che però è in Nazionale, e Lobont, mentre Totti ha smesso, ma stasera Artur lo riabbraccerà con piacere. “Il miglior ricordo in giallorosso? La vittoria a Milano per 3-2 il giorno dell’addio di Maldini, nel 2009. Ero il portiere titolare, ricordo tutto perfettamente. Ho anche tanti altri ricordi nello spogliatoio, come quando Totti portava la pizza dopo l’allenamento del venerdì o del sabato. In quei momenti ci divertivamo tanto”. Della sua nuova avventura alla Chapecoense, Artur dice: “Ci stiamo ricostruendo da zero, ma si sente ancora forte la mancanza dei giocatori e delle persone che erano dentro quell’aereo“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy