Caos rigore, Fabbri verso un lungo stop

Al monitor l’errore su Mancini all’Olimpico: l’arbitro lontano dal campo fino al termine della stagione?

di Redazione, @forzaroma

Uno stop che potrebbe essere più lungo del solito per un errore più pesante del solito. È quello a cui starebbero pensando i vertici arbitrali italiani per quanto riguarda Michael Fabbri, direttore di gara mercoledì sera all’Olimpico in Roma-Parma. L’arbitro viene invitato ad una on field review: le immagini mostrano l’impatto tra il pallone e il braccio palesemente aperto di Mancini sul colpo di testa di Kucka. L’arbitro guarda e riguarda le immagini. Poi, inspiegabilmente, indica il contatto con la spalla e decide di non assegnare un rigore che sembra del tutto evidente. La partita si concluderà con la vittoria per 2-1 della Roma tra polemiche roventi del Parma, con il tecnico D’Aversa che sbotta.

Davanti a un errore così palese, per giunta di fronte a un invito al monitor con la segnalazione di un “chiaro ed evidente errore” da parte del Var – i vertici arbitrali – riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ – starebbero pensando a un lungo stop per Fabbri, arbitro internazionale, che potrebbe addirittura non tornare come arbitro in campo da qui a fine stagione. Ritenuto colpevole di un errore troppo pesante in un momento tanto delicato, anche per le tante accuse rivolte alla classe arbitrale dalle società.

A differenza dei soliti stop cautelativi, magari per uno o due turni, la sensazione, stavolta, è che questo voglia essere un segnale diretto agli arbitri per invitarli a maggiore attenzione, in particolare nei casi da Var, nell’interesse della categoria e della trasparenza, più volte invocata da Rizzoli come strumento per disinnescare le polemiche.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy