Calabresi e gli altri Zoratto boys: nuova linfa per Di Biagio

Riparte la Nazionale Under 21 dopo la delusione agli Europei. Ecco il profilo di alcuni ragazzi promettenti che dopodomani il ct farà esordire contro l’Ungheria

di Redazione, @forzaroma

Dopodomani, mercoledì 12 Agosto, ripartirà la Nazionale Under 21, reduce dall’eliminazione ai gironi all’Europeo in Repubblica Ceca e pronta a ricominciare da zero in vista dei mondiali di categoria. A Telki contro l’Ungheria il ct Gigi Di Biagio accoglierà diverse nuove promesse del calcio italiano. Calabresi, Cerri, Parigini e Scuffet i giocatori più interessanti, tutti classe ’96, tutti alla loro prima convocazione.

Da Scuffet e da Cerri, soprattutto, ci si attendono grandi cose; capitano e vicecapitano in tutte le giovanili azzurre, si ritroveranno quest’anno in Serie B. Il portiere dell’Udinese, relegato in panchina da Karnezis dopo aver giocato da titolare nel finale della stagione 2013/2014, sarà al Como, mentre il bomber passato dal Parma alla Juventus in estate si è già trasferito a Cagliari per aiutarlo nella riconquista della Serie A.

Dopo un ottimo anno nella Primavera di Alberto De Rossi, Arturo Calabresi ha svolto la preparazione a Pinzolo con la Roma, salvo poi trasferirsi nel ritiro del Livorno, dove è stato parcheggiato in prestito. Vittorio Parigini, infine, si appresta a disputare il suo terzo campionato in B, il secondo con la maglia del Perugia.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, che in un articolo dell’edizione odierna si è occupata di approfondire la situazione dei giovani azzurri, non sarà chiamato in Ungheria Federico Bonazzoli, punito per il cattivo comportamento mostrato nell’ultima convocazione in under 19.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy