Barella, partita doppia. La Roma mette fretta al Cagliari e l’Inter ci prova per Pellegrini

Barella, partita doppia. La Roma mette fretta al Cagliari e l’Inter ci prova per Pellegrini

Il presidente dei sardi Tommaso Giulini si è impegnato con l’a.d. giallorosso Guido Fienga di ottenere a breve l’assenso del suo centrocampista

di Redazione, @forzaroma

La Roma mette le mani su Nicolò Barella? Allora l’Inter riavvia i lavori per Lorenzo Pellegrini, l’emblema del nuovo corso giallorosso, scrive Carlo Laudisa su La Gazzetta dello Sport.

L’intesa imbastita dal Cagliari con i vertici di Trigoria nelle ultime ore (35 milioni più Defrel) ha prodotto effetti immediati, con un irrigidimento nei rapporti tra i tre club, in attesa che i giocatori coinvolti nella querelle escano allo scoperto. Vista da sponda romanista la questione-Barella avrà un’importante verifica già domani, in concomitanza con l’assemblea di Lega. Il presidente Tommaso Giulini si è impegnato con l’a.d. Guido Fienga di ottenere a breve l’assenso del suo centrocampista, che a metà settimana aveva promesso di tenere in grande considerazione le esigenze del club in cui è cresciuto. Ma sarà tutto così semplice? A Trigoria fanno capire che l’attesa non sarà lunga. Insomma se Barella dovesse restare nel limbo, la Roma appronterebbe un’adeguata exit strategy.

Nonostante queste cautele nel quartier generale milanese di Suning hanno deciso di correre ai ripari e disarmare il fronte avversario. Così l’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Piero Ausilio hanno condiviso con Conte la scelta di sterilizzare la trattativa per il sardo.

Così si volta pagina e si riprende un discorso che Ausilio aveva già avviato ai tempi di Spalletti per Lorenzo Pellegrini. Peraltro il centrocampista giallorosso ha giocato con profitto nel Sassuolo proprio al fianco del neo-interista Stefano Sensi. E lo stesso Conte ne apprezza le qualità…

Sul centrocampista c’è una clausola da 30 milioni (pagamento biennale) che entra in vigore domani e scade il 30 luglio. E l’agente di Lorenzo, Giampiero Pocetta, proprio nelle ultime ore ha ricevuto chiamate intriganti. Allo stesso modo va detto che Pellegrini ha dimostrato grande attaccamento alla maglia giallorossa. Non a caso Totti lo ha indicato come possibile nuovo capitano. Sta per diventare padre e staccarlo dalla sua città non appare semplice.

Continua il confronto tra Inter e Roma per Edin Dzeko. Il management milanese si fa forte del gradimento del centravanti bosniaco, a scadenza di contratto (2020) con la società di Pallotta. Gli ultimi contatti hanno fatto credere che l’intesa può essere raggiunta grazie all’inserimento di una contropartita tecnica. Ma sul più bello prevalgono i veti e la conseguente fumata nera lascia tutti in grande imbarazzo. Conte vorrebbe Dzeko per il raduno del 7 luglio, ma a questo punto la soluzione del caso si complica, visto che le parti non intendono più venirsi incontro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy