Baldissoni: “Stadio, procedura non viziata”

l d.s. giallorosso: «La Procura conferma che l’impianto non è oggetto d’indagine. Perciò siamo convinti che sarà realizzato»

di Redazione, @forzaroma
La Molisana nuovo premium partner dell'AS Roma Nella foto: Mauro Baldissoni

Diciamo la verità: sarebbe stato bellissimo. “Il Mago di Omaha” Warren Buffet, pronto a rilevare Parnasi nel ruolo di costruttore dello stadio della Roma. Bello, no? Peccato che fosse una “fake news” su cui da Trigoria hanno sorriso con scetticismo. A scendere in campo per lo stadio invece è stato ancora una volta il dg romanista Baldissoni: “Veniamo da settimane con molta attenzione mediatica nei confronti di qualcosa che è stato, forse per semplicità, definita indagine sullo stadio della Roma” ha spiegato ieri durante la presentazione della partnership con “La Molisana”, scrive Cecchini su ‘La Gazzetta dello Sport’. “Invece non lo è, si chiama “Operazione Rinascimento” – ha proseguito il dg -. Come ha detto la Procura, il progetto dello stadio non è oggetto dell’indagine e non ne è viziato. Quindi la Roma ha il diritto di veder completato un procedimento arrivato al termine e passato per una Conferenza dei servizi durata un anno e mezzo. E, visto che, come dichiara chi lavora all’indagine, non ci sono elementi per ritenerlo viziato, noi manteniamo fiducia e esprimiamo convinzione e diritto a vederlo realizzato nel più breve tempo possibile. Non solo nell’interessa della Roma, ma anche della città e dell’industria calcio”. Tutto vero. E per farlo non c’è bisogno neppure del “Mago di Omaha”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy