Atalanta, Terreno rifatto. Colantuono: ?Stacchiamo le zolle…?

di finconsadmin

(Gazzetta dello Sport – G.Manconi)?Campo nuovo e motivazioni ritrovate, cos? l’Atalanta vuol tornare a vincere a Bergamo dove il segno 1 manca da 78 giorni. Il nuovo manto ? stato coperto coi teloni ed ? riscaldato 24 ore su 24: il pericolo neve ? concreto ma dipender? da quanta ne scender? e dalle condizioni soprattutto degli spalti. Colantuono non vede l’ora di battezzare il nuovo terreno e mette subito in chiaro cosa si aspetta: ?Il campo ? nuovo, ma luned? vorrei che fosse da rizollare: in ‘sta partita dobbiamo staccare le zolle da terra?. E’ stata una settimana particolare: hanno suonato la carica alla squadra prima il presidente Percassi e poi l’ allenatore. E da venerd? mattina tutti i giocatori, compresi gli infortunati, sono in ritiro: ?Mai pi? una partita come quella di Torino: i bonus sono finiti. Si pu? perdere, ma voglio vedere il veleno, il sangue ? ha detto Colantuono ?. Con la Roma sar? un’altra storia: ora dobbiamo serrare i ranghi e ritrovare le motivazioni. Voglio la prestazione e serviranno attenzione, voglia, coraggio. Non possiamo pensare anche inconsciamente che prima o poi faremo i punti necessari per salvarci: voglio un’Atalanta sempre avvelenata e con il coltello tra i denti?. A partire da oggi, quando potrebbe anche cambiare qualcosa: 4-4-2 e Livaja subito in campo. Per ritrovare la vittoria e ancor prima la vera Atalanta.

 

Ciao albero di Natale Colantuono sta pensando di tornare al 4-4-2 dopo sei partite con l’albero di Natale: una soluzione che permetterebbe di coprire meglio le fasce e renderebbe la squadra pi? compatta. ?Il modulo? Devo fare delle valutazioni ma al di l? del sistema di gioco mi interessa che la squadra metta in campo quelle qualit? che ha e che domenica non si sono viste. Livaja con Denis? Pu? darsi. Con spirito di sacrificio e grande abnegazione si pu? fare tutto, anche schierare due portieri in mezzo…? ha ironizzato Colantuono. L’Atalanta vuole sfruttare le assenze di Totti e De Rossi. ?E’ innegabile che per noi sia un vantaggio, ma la Roma resta un’ottima squadra costruita per il futuro: sono convinto che entro 2,3 anni diventer? una delle squadre pi? forti d’Italia?.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy