Assemblea azionisti con il veleno: “Venderete la maglia di Baldini?”

Domande provocatorie per Baldissoni e Fienga da parte di due piccoli soci. E il Qatar? “Notizie totalmente false”

di Redazione, @forzaroma
La Molisana nuovo premium partner dell'AS Roma Nella foto: Mauro Baldissoni

L’assemblea degli azionisti ha approvato la modalità con cui la proprietà deve ripianare 23 milioni di “rosso”, ha dato il via libera al non obbligo di scrivere il valore nominale del titolo e la sostituzione di uno dei membri statunitensi del Cda (entrerà Scott per Gold, sempre dell’universo Disney), come riporta Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport.

Ciò che ha colpito, però, è stato il botta e risposta virtuale tra i manager Baldissoni e Fienga con un paio di azionisti particolarmente agguerriti, Palma e Staderini, che si sono lamentati di alcune criticità nella gestione del club. Ha colpito parecchio il riferimento alla figura di Franco Baldini, su cui è stato detto: “Avete pensato di mettere in vendita una maglia col suo nome?“.

Una battuta, che però porta a una scoperta: “Lo stipendio da consulente gli è pagato dalla Roma Spv Llc, ma lui non ha un ruolo nel board. Come tanti investitori che si appoggiano ad esperti del settore, il presidente Pallotta si avvale della sua esperienza“.

Chiusura netta da parte di Baldissoni sulla questione Qatar: “Notizie totalmente false“.  In prospettiva, Baldissoni precisa che, “anche se al momento non ci sono le condizioni regolamentari e organizzative“, la Roma parteciperà – come la Juve – al campionato Under 23. Sul fronte maglie viene precisato come esistano “solo maglie della Roma, su cui ciascuno può apporre il nome che ritiene“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy