Adesso il cerino è in mano a Pallotta. Lui prende tempo e presenta Gandini

Pallotta è tornato a Roma per occuparsi principalmente del nuovo stadio ma ancora una volta a tenere banco è Totti: se il capitano volesse continuare l’anno prossimo la Roma avrà il suo tormentone anche nel 2017

di Redazione, @forzaroma

Se davvero Totti penserà di continuare, Spalletti e Pallotta si metteranno a tavolino per cercare di discuterne. «Ve lo posso assicurare fin da ora, Totti giocherà anche la prossima stagione», ha detto Spalletti domenica scorsa, nonostante la Roma abbia annunciato che pubblicamente questa sarà la sua ultima stagione.

Pallotta ieri si è occupato di altro: prima la presentazione alla squadra dirigenziale del nuovo ad Umberto Gandini, allo studio Tonucci. Presenti oltre a Baldissoni c’erano il direttore marketing Colette, Collingan (promozione del brand) e Ginsberg, l’umo che guida il progetto del nuovo stadio. Come racconta Andrea Pugliese a La Gazzetta dello Sport, quello dello stadio è il tema più caldo: oggi alle 12 Pallotta incontrerà il presidente di Regione Nicola Zingaretti e domani mattina la sindaca Raggi. Gandini ha lasciato lo studio Tonucci solo in serata. «Com’è andata? Bene, bene, un po’ come il primo giorno di scuola», ha scherzato il nuovo ad uscendo. Chissà se avranno parlato anche di Totti. Se avrà ragione Spalletti, il 2017 inizierà con un bel tormentone

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy