Veretout: “Così le partite non le porti a casa”

Il francese: “Abbiamo giocato bene ma non abbiamo segnato, così non si vincono le gare”

di Redazione, @forzaroma

Una sconfitta amara, ma resta comunque soltanto una partita persa, scrive Il Tempo. È questa la sintesi dell’analisi di Jordan Veretout dopo i due gol incassati dalla Roma contro la Juventus di Pirlo: “Abbiamo giocato bene ma non abbiamo segnato, loro invece ne hanno fatti due: così non si vincono le partite. Abbiamo giocato con fiducia e senza paura, ma negli ultimi metri sarebbe servito il passaggio perfetto per segnare contro di loro. Non abbiamo fatto bene negli ultimi metri, dobbiamo lavorare anche sulle conclusioni da fuori visto che abbiamo tanti giocatori che hanno la qualità per tirare da lontano”.

La Roma ha comunque disputato una gara di livello e per il francese è questo l’aspetto positivo da cui ripartire dopo essere stati scavalcati in classifica proprio dai bianconeri: “Bisogna continuare così, siamo sulla buona strada. Ora dobbiamo vincere perché questo campionato si deciderà alla fine – le parole del numero 17 – ci è mancata un po’ di pazienza, ma in stiamo dimostrando di essere una grande squadra, ora serve fiducia.

Oltre alla fiducia a Fonseca servono forze fresche da schierare il prima possibile e dovrebbero esserci novità importanti a partire dalla prossima gara. Contro l’Udinese tornerà Pellegrini, che ieri ha scontato la giornata di squalifica, ma c’è ottimismo anche per quanto riguarda le convocazioni di Pedro ed El Shaarawy. Ieri il classe ’92 è volato a Torino per assistere al match dell’Allianz Stadium insieme ai Friedkin, Pellegrini e al Ceo Guido Fienga – hanno viaggiato insieme sull’aereo privato del presidente giallorosso – e prima di imbarcarsi ha parlato delle sue condizioni: “Sto bene, ce la faccio per la prossima partita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy