Totti pronto a giocare. Ok il campo dopo il rugby

Nessun problema per le condizioni del campo dopo il match di rugby. Le lampade sistemate tre anni fa, in grado di riprodurre la luce solare, stanno dando i loro frutti

di Redazione, @forzaroma

Difesa e centrocampo potenzialmente titolari a inizio stagione sono out, otto in totale gli indisponibili per la sfida interna con la Sampdoria e un solo rientro, fondamentale: Totti è tornato tra i convocati di Garcia e potrebbe riprendersi subito la maglia da titolare.

Dietro mancano Maicon, Manolas e i lungodegenti Castan e Balzaretti, in mediana De Rossi, Nainggolan (squalificato) e lo sfortunato Strootman, Ibarbo è l’unico assente in attacco (ma domani si allenerà con il gruppo).  Con tutte queste defezioni, la notizia del recupero del capitano è una manna dal cielo. Il risentimento muscolare ai flessori invita alla prudenza, ma Garcia è tentato di schierarlo dal primo minuto. Se dovesse prevalere la cautela, la Roma insisterebbe sul tridente senza centravanti puro, perché Doumbia non è ancora al top della condizione. Iturbe, Ljajic e Gervinho si tengono pronti, il serbo potrebbe essere sacrificato se il numero 10 dovesse essere scelto dall’inizio.

Senza Nainggolan e De Rossi, è stato testato Florenzi a centrocampo. Una prova che non necessariamente influenzerà la formazione di partenza, ma Paredes rischia la panchina nel ballottaggio con il tuttofare di Vitinia, che aggiungerebbe corsa in una mediana con Keita e Pjanic. In difesa Torosidis a destra, Holebas a sinistra e il duo obbligato Yanga Mbiwa-Astori al centro. La squadra si trasferirà oggi in hotel per avvicinarsi all’Olimpico, che sarà semi-deserto a differenza di ieri: il rugby ha portato allo stadio 67 mila persone. Ne sono bastate 60 per sistemare il terreno, che nonostante Italia-Francia e la pioggia è rimasto in perfette condizioni. Non c’è stato bisogno di una rizollatura straordinaria, gli addetti ai lavori hanno dovuto riportare l’erba a 1,8 cm, misura gradita alla Roma, cancellare le scritte per la palla ovale, rifare le righe da calcio e pulire. Nulla di extra, perché le lampade sistemate tre anni fa, in grado di riprodurre la luce solare, stanno dando i loro frutti. «Si sarebbe potuto giocare la sera stessa», la rassicurazione del Coni a Garcia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy