Totti in campo con il San Raffaele

La bandiera giallorossa: “Ho scelto di donare il mio 5×1000 a chi lotta ogni giorno, per vincere una malattia o per scoprire una nuova cura”

di Redazione, @forzaroma

Campione lo è stato sul campo e continua a esserlo nella vita. Francesco Totti è sempre in prima linea per una buona causa. L’ex capitano giallorosso questa volta, in tempo di dichiarazione dei redditi, ha messo la faccia per la ricerca, quella dell’IRCCS San Raffaele: “Non ho mai abbassato la testa di fronte a una sconfitta – le parole dell’ex numero 10 giallorosso in un video che ha fatto il giro del web – ma ho sempre lottato per ottenere la vittoria. Ho scelto di donare il mio 5×1000 a chi lotta ogni giorno, per vincere una malattia o per scoprire una nuova cura”. Troppo spesso viene dimenticato di fornire una destinazione del proprio 5×1000, una decisione importante che può cambiare le sorti della ricerca. “Per questo – prosegue il dirigente della squadra capitolina – dono il mio 5×1000 all’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma. È semplicissimo e non costa nulla, basta inserire nel riquadro della ricerca sanitaria il codice fiscale 1063689100. Ho fatto sempre tutto il possibile per vincere sul campo, aiutaci a fare l’impossibile per vincere la partita della vita, quella per la vita”.

Un appello accorato a favore delle strutture del San Raffaele, strutture che ospitano, tra gli altri, anche tanti bambini. Il San Raffaele, come scrive “Il Tempo”, è anche official partner della As Roma: l’ultimo accordo è stato siglato all’inizio della stagione calcistica appena conclusa e sarà in essere anche per la prossima. Gli atleti giallorossi di prima squadra potranno usufruire delle più avanzate tecniche di laboratorio analisi e delle più moderne tecnologie di diagnostica per immagini erogate dai poliambulatori del gruppo romano, inoltre San Raffaele garantirà assistenza medico-sanitaria durante gli incontri di calcio della Roma. L’accordo ha poi anche risvolti solidali, è infatti stretta la collaborazione con Roma Cares: sono diverse, per esempio, le iniziative che attendono i bambini delle strutture del San Raffaele, come “A scuola di tifo”. Per sostenere ricerca, cure ed eventi solidali Francesco Totti ci ha messo del suo, confermandosi testimonial d’eccezione quando può aiutare chi ha meno, accendendo i riflettori su un’azione che non costa niente ma che vale tanto: donare il proprio 5×1000. L’emblema della Roma ha sposato l’IRCCS San Raffaele, una scelta di cuore, per continuare a sperare che nuove e decisive cure vengano presto scovate

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy