Stadio, c’è la chiave per il nodo traffico

Tra poco più di dieci giorni arriverà la relazione finale del Politecnico di Torino sulla mobilità del progetto Tor di Valle

di Redazione, @forzaroma

Entro dodici giorni, il 31 gennaio, il Politecnico di Torino dovrà inviare la sua relazione finale sulla mobilità del progetto Stadio della Roma e da 10 giorni – stando alla scarna documentazione consegnata dagli uffici della Mobilità, al capogruppo di Fratelli d’Italia, Andrea De Priamo – l’Ateneo sta esaminando il Piano Urbano della Mobilità sostenibile (Pums), come riporta Il Tempo. Vale a dire il documento, quasi totalmente in fase di gestazione, che per l’Amministrazione grillina marcherà le scelte strategiche sulle mobilità del futuro di Roma.

Di questo documento, sono stati presentati al Ministero delle Infrastrutture, a fine dicembre scorso, come i primi da realizzare, 7 interventi. Tre sono nuove linee di tram, via Tiburtina, via Cavour e Palmiro Togliatti. Quarto intervento, l’acquisto di nuovi tram. Quinto è il potenziamento e l’estensione del trenino della Casilina, la Termini-Giardinetti-Tor Vergata. Poi c’è la funivia Casalotti. E, infine, la funivia Magliana.

Delle prime sei opere, nessuna si avvicina al quadrante di Tor di Valle, anzi, stiamo proprio dall’altro lato della città. L’unica che sfiora l’area del futuro stadio è quella della funivia Magliana: si tratta, stando alle carte pubblicate sul sito ufficiale del Pums, di un collegamento a funivia fra la stazione Villa Bonelli sulla linea ferroviaria che da Orte va a Fiumicino aeroporto, poi alla fermata Eur Magliana della Metro B e della Roma-Lido di Ostia, per poi attestarsi al Palazzo della Civiltà del Lavoro. La fermata Eur Magliana dista 2,8 km dallo Stadio ed è la famosa stazione dove, nel progetto Marino/Caudo, era prevista la creazione di un nuovo binario per la B per consentire ai treni di fare capolinea per le partite direttamente a Tor di Valle.

Entro agosto 2019 poi il Pums andrà aggiornato con tutti gli altri interventi che, però, sono ancora in fase di elaborazione. Poi andrà presentato al Ministero delle Infrastrutture per essere vagliato e, in caso, finanziato. Insomma, una roba nella migliore delle ipotesi, bella lontana. Non a caso, nell’intervista resa alla Gazzetta dello Sport, il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha puntato tutto sull’intervento della Regione Lazio per la ristrutturazione della Roma Lido. Regione che ha annunciato la conclusione dell’iter amministrativo per il bando sulla fornitura di 5 nuovi treni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy