Spavento Kumbulla

Per l’albanese brutta distorsione al ginocchio ma niente intervento. Il difensore farà nuovi controlli nei prossimi giorni: stop di un mese

di Redazione, @forzaroma

Il rischio operazione sembra essere scongiurato. Per Marash Kumbulla, dopo l’esame di domenica sera a Villa Stuart e gli ulteriori controlli svolti ieri a Trigoria con lo staff sanitario della Roma, la diagnosi è di una distorsione al ginocchio destro con relativa infiammazione di tutte le parti interessate (sia muscolo che comparto legamentoso meniscale). Sul menisco esterno del classe 2000 è presente anche una piccola lesione, di minor rilievo rispetto alla distorsione e che potrebbe essere preesistente rispetto all’infortunio rimediato durante Andorra-Albania. Il giocatore rimarrà fuori per circa un mese, seguirà un programma personalizzato e nei prossimi giorni – quando il ginocchio si sarà sgonfiato – verrà sottoposto a nuovi accertamenti per monitorare l’andamento del percorso di recupero.

Le sensazioni sono positive, ora bisogna aspettare che l’infiammazione passi: se il centrale non dovesse più avvertire dolore, scrive “Il Tempo”, l’ipotesi dell’intervento verrebbe accantonata del tutto. La buona notizia è che – se tutto dovesse andare per il verso giusto – per Kumbulla si potrebbe ipotizzare un rientro per la trasferta del 2 maggio in casa della Sampdoria o per la gara successiva in programma all’Olimpico contro il Crotone. Quella cattiva invece è l’emergenza-difesa con cui Fonseca si ritrova a fare i conti. Per il match contro il Sassuolo il portoghese potrebbe avere solo Mancini come titolare in difesa: oltre a Kumbulla mancheranno anche lo squalificato Ibanez e Cristante, che ieri al Fulvio Bernardini si è sottoposto ancora a terapie e lavoro personalizzato per risolvere il problema al pube. Segnali più incoraggianti arrivano da Smalling.

Nonostante si sia allenato a parte anche ieri, l’inglese ci sarà a Reggio Emilia e una sua presenza in campo per accumulare minuti nelle gambe non è da escludere. Attesa anche per il ritorno in gruppo di Veretout: il numero 17 scalpita per tornare a comandare la mediana giallorossa, mentre Mkhitaryan  -avvistato a Villa Stuart per un controllo – dovrebbe essere tenuto ancora ai box in vista dell’andata dei quarti di Europa League con l’Ajax. Oggi intanto Diawara e Reynolds tornano ad allenarsi con la squadra dopo essere rientrati dagli impegni con Guinea e Stati Uniti – l’americano ha esordino con la Nazionale maggiore – mentre El Shaarawy, Mancini, Pellegrini, Spinazzola, Dzeko e Villar si riaffacceranno nella Capitale soltanto giovedì: in base all’orario di arrivo e ai minuti giocati in Nazionale, Fonseca deciderà come farli allenare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy