Il Tempo

Sognando l’impresa

Getty Images

Mourinho: “Un conto è una rosa con 25 giocatori di livello internazionale, un’altra cosa è una squadra con 13-14 elementi più giovani che cercano di migliorare"

Redazione

Un profilo basso che più basso non si può. Mourinho mette in chiaro le cose alla vigilia del suo primo Juventus-Roma. Non uno scontro alla pari, ma il tentativo di una squadra giovane e incompleta, la sua, di misurarsi contro un avversario che è di caratura superiore. “Un conto è una rosa con 25 giocatori di livello internazionale, un’altra cosa è una squadra con 13-14 elementi più giovani che cercano di migliorare. La Juventus gioca per vincere la Champions, noi la Conference. Loro hanno conquistato 9 degli ultimi 10 scudetti, noi zero. Però quando inizia la partita siamo 11 contro 11 e fino all’ultimo tutto questo si deve dimenticare. Dobbiamo avere l’atteggiamento, la personalità e il coraggio di cercare di vincere“. Poi parla di Orsato: “E’ un arbitro che ha tanti anni di esperienza, prima delle partite non ho problemi con nessuno, dopo, a volte, sbagliano e non sono felice, ma è normale“.