Roma, ultima chiamata

Roma, ultima chiamata

Contro il Sassuolo i giallorossi cercheranno punti per mettere pressione a Milan e Atalanta

di Redazione, @forzaroma

Vincere con il Sassuolo per mettere pressione ad Atalanta e Milan. In una settimana dove si è pensato poco al campo e molto alla questione De Rossi, la Roma è chiamata al successo per sperare fino all’ultima giornata di poter rivivere le emozioni della Champions League. Come riporta Il Tempo, il capitano, scombussolato da giorni complicati, non dovrebbe essere in campo per guidare i compagni di squadra. Ranieri ha parlato con il numero 16 ed ha poi deciso di puntare nuovamente sul 4-3-3, con Nzonzi riferimento centrale in mediana e Cristante e Zaniolo mezzali. C’è qualche piccolo dubbio sull’impiego del classe 1999, alle prese con un sovraccarico al polpaccio nell’allenamento di mercoledì. Questa mattina il giovane talento di Massa svolgerà un provino e se non dovessero sorgere problemi sarà utilizzato dal primo minuto. In alternativa, visto che Pellegrini è convocato ma non al meglio della condizione fisica, ci sarebbe un cambio di modulo, con il passaggio al 4-2-3-1 e la presenza di Pastore sulla trequarti. In difesa chi sicuramente sarà assente è Manolas, che ha rimediato una distorsione alla caviglia destra e non è stato nemmeno convocato per la trasferta a Reggio Emilia. Al suo posto, a protezione di Mirante, c’è il ballottaggio tra Juan Jesus e Marcano, con il brasiliano favorito sullo spagnolo per completare il reparto con Florenzi, Fazio e Kolarov. Davanti il centravanti sarà Dzeko, a caccia della doppia cifra in campionato, supportato da El Shaarawy a sinistra e uno tra Under e Kluivert a destra.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy