Roma, la grande occasione

Spalletti traccia le linee guida da seguire: “Noi dobbiamo puntare a rimanere sugli standard della trasferta di Napoli. A volte ci fermiamo e poi ripartiamo, contro l’Austria Vienna ci siamo riposati e questo non può accadere”

di Redazione, @forzaroma

Spalletti ha deciso di non alzare i toni nello spogliatoio e di mantenere alto il morale in vista della sfida di questa sera con il Palermo, perché tornare subito in campo aiuta a dimenticare anche le anomalie della squadra. Quelle che ancora una volta si sono registrate nel finale della sfida con l’Austria Vienna, ricorda Adriano Serafini su “Il Tempo“. «Ma non è il nostro livello – ci tiene a sottolineare l’allenatore toscano nella conferenza della vigilia – noi dobbiamo puntare a rimanere sugli standard della trasferta di Napoli. Quello che è successo è doloroso, ma gli episodi dolorosi non ci toglieranno mai la voglia di fare qualcosa di importante. A volte ci fermiamo e poi ripartiamo, contro l’Austria Vienna ci siamo riposati e questo non può accadere. Ci sono calciatori che non mollano mai e altri che ogni tanto abbassano il livello, si compiacciono di quanto fatto precedentemente, senza essere pignoli nella ricerca del risultato. Deve essere una qualità del professionista quella di saper scegliere il momento in cui essere professionisti».

Non c’è voglia di proseguire la polemica a distanza con il ct della nazionale olandese Blind, toccato dalle parole di Spalletti («Strootman ha giocato senza allenarsi»). Il toscano pero preferisce metterci una pietra sopra: «Io frustrato? Addirittura siamo arrivati alle offese. Diciamo che ha ragione lui, non ho tempo e voglia di soffermarmi su questa cosa perché devo pensare alla partita». Resta il fatto che Strootman stasera ripartirà della panchina, lasciando ancora una volta a Paredes il compito di completare il centrocampo insieme a De Rossi e Nainggolan.

In attesa di svuotare l’infermeria, verrà riconfermata la difesa utilizzata giovedì all’Olimpico in Europa League: Szczesny a parte (nuova rotazione con Alisson) sulle fasce sarà ancora il turno di Florenzi e Juan Jesus al fianco della coppia «titolare» Manolas-Fazio. Si cambia invece in attacco: con Perotti fermo ai box, El Shaarawy spera di dar seguito all’exploit europeo in supporto a Dzeko e Salah.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy