Roma, game over

di Redazione, @forzaroma

(Il Tempo – T. Carmellini)?Una serata orribile in cui la?Roma?? stata umiliata dal?Cagliari?e contestata dai tifosi. ?Zeman?? sul banco degli imputati per non essere riuscito a trasmettere una mentalit? vincente a questo gruppo e per ostinarsi a fare scelte come quella di?Goicoechea?in porta.Ma anche la dirigenza ? stata insultata e questo vuol dire che bisogna cambiare. Dopo gli imbarazzanti scivoloni sul caso Zeman prima e?Stekelenburg?poi (venduto prima e ripreso poi: sempre in panchina), dall’Olimpico arriva, inequivocabile, il segnale di resa di un gruppo ormai scollato e senza identit? che sembra aver mollato definitivamente il suo allenatore.

 

Lo Zeman2, se possibile, ? anche peggio dello Zeman1: almeno questo dice il campo (nona sconfitta, 2 punti nelle prime cinque partite del 2013) per non parlare dei rapporti incancreniti tutt’altro che risolti. La?Roma?ha preso subito un gol da?Nainggolan?e non si ? arresa subito: i giallorossi costruiscono ma non sfondano, poi c’? un fallo da rigore netto di Ibarbo su?Tachtsidis, ma per il fischietto di Verona ? tutto regolare.

 

Ci pensa?Totti, come sempre, a tenere a galla la Roma e lo fa su calcio piazzato: che poi ? l’unica maniera nella quale la Roma riesce a scalfire il muro di uomini davanti ai pali di Agazzi. Punizione dal limite, la barriera del?Cagliari?? messa male, si muove nella direzione sbagliata e Totti trova il pertugio giusto per riportare la gara sull’1-1. Finita? Macch?, la ripresa ? anche peggio e riparte esattamente come era iniziata. La Roma cade sotto i colpi del Cagliari che ne segna altri tre, o meglio, uno viene segnato da Goicoechea che commette una papera indescrivibile. La Sud ? stata chiara con uno striscione:?“Via il boemo!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy