Rogers lascia. Indebitamento a 365 milioni

Addio al Chief Strategy Officer per motivi personali. Tra i d.s. ci sono Campos e Boto

di Redazione, @forzaroma
Dan Friedkin AS Roma

I Friedkin continuano a sfogliare la margherita. Dopo la scelta di Boldt di rinnovare con l’Amburgo i proprietari della Roma sono ancora alla ricerca di un direttore sportivo e in questo momento Campos è un nome tornato ad essere molto in alto nella lista dei candidati. Un elenco che comprende anche un altro portoghese, Boto, che però a giugno scorso ha rinnovato per tre anni con lo Shakhtar e si trova più che bene in Ucraina, riporta “Il Tempo”.

Sulla figura di Campos ci sono dei dubbi dei Friedkin dovuti al fatto che serve ancora tempo per sciogliere l’accordo con il Lille e che lui si lega ai club calcistici tramite il contratto di una società di consulenza, senza un vero e proprio ruolo quotidiano sul campo. Intanto Paul Rogers è pronto a salutare la Roma a gennaio e lascerà la carica di Chief Strategy Officer a distanza di cinque anni dal suo arrivo a Trigoria: la decisione è stata presa per motivi professionali e personali.

È stato poi pubblicato l’aggiornamento mensile sulla situazione finanziaria della società. L’Indebitamento finanziario netto al 30 settembre è salito a 365,4 milioni di euro (349,8 milioni di euro a medio/lungo termine), di cui 99,6 milioni sono dovuti a finanziamenti soci erogati da Neep, la controllante della Roma. Tale somma, di cui fanno parte i 77,6 milioni iniettati dentro le casse societarie dai Friedkin tramite la Romulus and Remus Investments LLC nelle scorse settimane, sarà però convertita in “Riserva Azionisti c/Aumento di capitale” nella prossima assemblea dei soci prevista per il 9 dicembre e non rappresenterà più debito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy