Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Tempo

Rinforzi low-cost, a gennaio solo due prestiti

Getty Images

Si tratta Maitland-Niles, per Kamara è dura. Pinto ha anche l’obiettivo di piazzare altrove 3-4 esuberi

Redazione

Accontentare Mourinho seguendo le istruzioni di Friedkin. Una missione praticamente impossibile quella di Tiago Pinto, che deve portare a Trigoria almeno un esterno destro e un centrocampista, ma deve prenderli in prestito e non può impegnarsi in acquisti a titolo definitivo, se non al realizzarsi di determinate condizioni, come riporta Il Tempo. Il general manager romanista ha anche l’obiettivo di piazzare altrove 3-4 esuberi, in un mercato dove di soldi se ne spendono sempre di meno. Riuscire a fare tutto questo entro il 31 gennaio, con le partite che intanto ricominciano e un allenatore che fatica a celare il suo desiderio di rinforzi, sarà davvero complesso. Fra i giocatori trattati dalla Roma ed emersi nelle ultime settimane l’unico sul quale sembrano esserci dei margini concreti è Maitland-Niles, anche se l’affare con l’Arsenal è tutt’altro che concluso. Gli inglesi hanno aperto al prestito ma chiedono di inserire l’obbligo di riscatto a una cifra superiore ai 15 milioni, i giallorossi vogliono legare l’opzione per l’acquisto a condizioni «non semplici» e trattano il prezzo al ribasso. Per questo Pinto si sta tenendo altri due-tre nomi di riserva. Quanto al centrocampo, sonos tati tolti dalla lista -omessi in stand by - tutti gli obiettivi col contratto in scadenza a giugno, essendo impossibile prenderli in prestito. I vari Kamara, Grillitsch e Zakaria piacciono molto ma a gennaio non possono arrivare perché la Roma non dispone delle risorse per sfidare la concorrenza piuttosto agguerrita. E difficilmente si potrà prenderli a parametro zero prima che si accordino altri club.