Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Tempo

Pure il Giudice va in tilt

Getty Images

Durante il match l’arbitro ha invocato come da prassi l’intervento dello speaker dello stadio, ma c’è un’incongruenza rispetto a quanto accaduto

Redazione

Dagli arbitri al Giudice Sportivo, dai rigori discutibili alle sanzioni per le curve, non passa giorno senza una decisione che alimenti il dibattito sulla disparità di trattamento nel campionato italiano. Come riporta Alessandro Austini su Il Tempo, non bastavano gli errori di Maresca all’Olimpico, la Roma incassa anche la squalifica di un turno della Curva Sud (ma la pena è sospesa per un anno) a causa dei cori e degli ululati razzisti rivolti dai tifosi giallorossi contro Ibrahimovic e Kessie, più una multa da 10mila euro comminata a Mourinho per aver rivolto all’arbitro “parole irrispettose” nel post-gara, assumendo “un atteggiamento ironico” nei confronti di Maresca. Il Giudice Gerardo Mastrandrea se la cava con una multa da 25 mila euro all’Atalanta per sanzionare il vergognoso comportamento della curva nerazzurra durante la sfida di sabato scorso contro la Lazio: sul campo è piovuto di tutto, compresa una monetina che ha colpito in testa il portiere biancoceleste Reina e un seggiolino che ha ferito un fotografo.

Durante il match l’arbitro ha invocato come da prassi l’intervento dello speaker dello stadio, ma c’è un’incongruenza rispetto a quanto accaduto. L’annuncio dagli altoparlanti è stato fatto in seguito al coro (“Sei uno zingaro”), cantato da gran parte dell’Olimpico e non solo dalla Sud, a più riprese dopo il gol dello svedese e la sua esultanza provocatoria, mentre il secondo annuncio al 35’ del secondo tempo, che il Giudice collega agli ululati rivolti a Kessié durante la battuta di un corner da partedella Roma, era in realtà il “classico” avvertimento ai tifosi ospiti sulle modalità di deflusso dallo stadio previste per loro al termine della gara.