Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Tempo

Missione Roma: Mou ci crede

Getty Images

Il tecnico dice convinto: “Non firmo per il pareggio a Bergamo“

Redazione

Combattivo e realista. Fiducioso e paziente. José Mourinho mischia gli ingredienti alla vigilia di Atalanta–Roma, il sesto big-match in campionato dei giallorossi che finora ne hanno persi quattro – tra le polemiche – e pareggiato uno, come riporta Il Tempo. Il tecnico dice convinto: “Non firmo per il pareggio a Bergamo". Ma al tempo stesso toglie pressione sulla squadra rivelando che “per quest’anno non ho fissato un obiettivo". Una stagione di transizione, l’avvio di un progetto “a lungo termine” gradito a Mourinho, “perché qui a Trigoria si respira un’atmosfera fantastica, che dà una tranquillità enorme a questo percorso. C’è una cosa fondamentale: l’empatia. E in questo primo anno non mi sono neanche posto un obiettivo, per dire “questo è il nostro target”, al di là della classifica. Se sono preparato a esultare peri nostri obiettivi, come ho fatto al Tottenham quando sono arrivato in Europa League? Ovviamente sì, gli allenatori hanno tanti motivi per emozionarsi al di là dei trofei“. Questo, però, non deve significare arrendersi alla sconfitta in partenza, come successo troppe volte di recente ai giallorossi negli scontri diretti. “Andiamo lì per vincere – giura Mourinhoe non per dire che loro rappresentano 6 anni di lavoro e noi 6 mesi, che hanno una rosa di 25 giocatori esperti e noi di 14-15. Se mi dite “pareggio e restate a casa, non andate a Bergamo”, dico che non voglio. Preferisco andare lì e giocare, misurare la mia squadra con loro. Il modello dell’Atalanta mi piace, ma dov’erano 10 anni fa? Se noi guardiamo con fiducia ai nostri proprietari e,fra virgolette, al nostro allenatore, sono sicuro che la direzione sia quella giusta”.