Manolas, dalla Roma un altro dispetto alla Juventus

Un altro dispetto alla Juventus. Dopo Iturbe, è Kostas Manolas l’acquisto strappato ai bianconeri dalla Roma

di finconsadmin

Un altro dispetto alla Juventus. Dopo Iturbe, è Kostas Manolas l’acquisto strappato ai bianconeri dalla Roma ed è proprio il difensore greco a rivelarlo nella conferenza stampa di presentazione a Trigoria: «Ho avuto offerte da grandi club, non voglio fare i nomi, ma posso dire che ho parlato anche con la Juventus. ? stata una mia scelta venire alla Roma, lo volevo dall’inizio. Ho sentito Torosidis e Dellas, che me ne hanno parlato bene. I loro consigli mi hanno portato alla scelta migliore». Nella capitale potrà trovare molto spazio ora che si è concretizzata la cessione di Benatia al Bayern Monaco: «Non mi è stata data nessuna garanzia, lavorerò per diventare titolare. Mi sento al 100% e anche di più, ho giocato tre amichevoli con l’Olympiakos e ho saltato le ultime solo perché sapevo di dovermi trasferire».

Manolas non sente il peso di dover rimpiazzare il marocchino: «Benatia è stato un bravissimo calciatore, ho visto tutte le partite della Roma dello scorso anno visto che ci gioca il mio amico Torosidis e mi sono fatto un’idea. Posso solo dire che lui rappresenta il passato, mentre io sono il presente, un giocatore valido per questa squadra». Lo crede anche il CEO Italo Zanzi, che archivia con un sorriso la questione Benatia: «Sono contento e sereno. Abbiamo convertito una sfida in un’opportunità. Quello che è stato e stato, guardiamo al futuro. Con Manolas siamo in buona posizione per vincere». Kostas è arrivato nella capitale da solo un giorno, ma conosce a memoria gli obiettivi stagionali e li condivide: «Ovviamente punto subito allo scudetto, come tutta la squadra. Con la rosa competitiva che abbiamo possiamo fare bene anche in Champions».

Una presentazione come se ne sono viste tante, se non fosse per l’originalità legata alla presenza in sala stampa di Torosidis, che alza la mano per fare la domanda e poi si tira indietro (ci pensa un giornalista della nuova radio giallorossa a rimediare: «A chi ti ispiri?» e Manolas fa il carino: «Ho sempre ammirato Karagounis, Dellas e Torosidis. Nel mio ruolo dico Thiago Silva»), ma la cosa che sorprende e al tempo stesso allarma è un’altra risposta a tema mercato. «La Roma è un club di livello internazionale, sono già a un punto d’arrivo della mia carriera. Se – mette le mani avanti – dopo qualche stagione in cui ho dimostrato di essere all’altezza e se arriva un’offerta alla Roma, andrò avanti nella mia carriera». Forse, è stato fin troppo sincero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy