Lite col Napoli: i giallorossi al contrattacco

Lite col Napoli: i giallorossi al contrattacco

La Roma ieri in Procura Federale ha fatto presente con toni accesi che non è stato violato nulla di quanto imposto dal CTS

di Redazione, @forzaroma

Continua a colpi di carte bollate il duello tra Roma e Napoli. Il club di Trigoria aveva chiesto di essere ascoltato per replicare alle accuse dei partenopei su eventuali violazioni, nella gara giocata al San Paolo lo scorso 5 luglio, del protocollo pensato per evitare contagi. Ieri pomeriggio in Procura Federale Fienga e Manara: l’ad e il medico giallorosso – accompagnati dall’avvocato Conte e dal segretario Longo – hanno fatto presente, anche utilizzando toni duri, che non è stato violato nulla di quanto imposto dal CTS e addirittura alla Roma (non patteggerà) sono pronti a presentare un contro-esposto sui buchi gestionali da parte del Napoli, scrive Il Tempo.

II dottor Manara, sentito dai sostituti procuratori Scarpa e Ricciardì, ha inoltre fatto presente che nel giorni che avevano preceduto la sfida, insieme al team manager Gombar, era stato trovato un accordo con il Napoli sulle modalità del distanziamento in panchina. Lo stesso Gombar sarà ascoltato la prossima settimana, così come il vice-presidente Baldissoni: la procura Figc ha accolto la richiesta della Roma di effettuare ulteriori approfondimenti dopo aver inizialmente rigettato la possibilità di ascoltare gli altri dirigenti. Capitolo mercato. In uscita. Per Defrel è scattato l’obbligo di riscatto del Sassuolo ed è stato ceduto al Palermo Silipo, sul quale viene mantenuto un diritto di riacquisto. Saluta Trigoria anche Bianda, difensore classe 2000 che si accasa allo Zulte Waregem. Il francese, acquistato nel 2018 per 6 milioni di euro e 5 di bonus, non ha mai trovato spazio in prima squadra: De Sanctis lo ha ceduto in prestito oneroso con diritto di riscatto, con ì belgi che pagheranno gran parte dell’alto ingaggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy