Le professioniste del pallone iniziano la loro battaglia

Le professioniste del pallone iniziano la loro battaglia

Ieri l’esordio della Serie A femminile con la sfida tra Fiorentina e Mozzanica. Nel pomeriggio l’esordio della Roma contro il Sassuolo

di Redazione, @forzaroma

Sono scese in campo ieri, per la prima volta da quando sono state accolte (Serie A e Serie B) sotto l’egida della Figc diventando a tutti gli effetti professioniste, le donne del pallone. La prima partita della Serie A femminile ha visto la Fiorentina Women – detentrice della Coppa Italia – dilagare in casa (6-1) contro il Mozzanica, che da quest’anno è apparentata con l’Atalanta. Sono dodici le squadre che si daranno battaglia per conquistare il titolo di campionesse d’Italia, ricorda “Il Tempo“: oltre alle sopracitate Fiorentina e Mozzanica, ci sono la Juventus detentrice del tricolore, Sassuolo, Pink Sport, Chievo Verona Valpo, Tavagnacco, le due promosse dalla serie B Orobica Calcio Bergamo e CF Florentia e le tre new entry Roma, Milan e Women Hellas Verona che hanno acquistato il titolo rispettivamente di RES Roma, Brescia e AGSM Verona.

Le rossonere sono guidate da Carolina Morace, una delle calciatrici che hanno fatto la storia tricolore del calcio femminile, mentre sulla panchina della Roma siede Elisabetta Bavagnoli, grande amica della Morace e sua compagna di squadra per un tratto della carriera che le ha visto vincere sette scudetti, il primo dei quali con la maglia della Lazio. I diritti tv del calcio femminile sono stati acquistati da Sky: oltre ai canali tematici di alcune squadre – ad esempio Roma Tv trasmettera tutte le partite delle giallorosse – sarà la voce di Gaia Brunelli ad entrare nelle case degli italiani per raccontare il posticipo domenicale delle 12.30 (canale 202) a partire da domani, con il match Juventus-Chievo Verona Valpo. Completano la prima giornata di campionato: Pink Sport-Milan, Sassuolo-Roma, Tavagnacco-Orobica Bergamo e Women Hellas Verona-Florentia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy