Il giudice rinvia la decisione su Petrachi

Ieri la seconda udienza presso il tribunale civile di Roma

di Redazione, @forzaroma

Ancora un nulla di fatto nel nuovo scontro in tribunale tra la Roma e Petrachi. Ieri è andata in scena la seconda udienza presso il Tribunale Civile del Lavoro sul contenzioso nato dalla decisione del dirigente salentino di impugnare il licenziamento per giusta causa portato avanti dal club giallorosso nell’estate appena trascorsa.

Davanti al giudice Mormile le parti – la Roma è difesa dall’avvocato Mazzamauro dello Studio Tonucci, gli avvocati Paolo Rodella, Sara Agostini e Filippo Aiello sono invece i legali di Petrachi – non sono riuscite ad arrivare ad un accordo e sarà quindi necessaria una nuova udienza, con data che sarà fissata nei prossimi giorni. Il giudice si è infatti riservato, ovvero ha scelto di non pronunciarsi immediatamente, rinviando la sua decisione.

Il direttore sportivo – riporta Il Tempo – ha presentato alla società dei Friedkin una richiesta di risarcimento danni pari a 5 milioni di euro e aveva chiesto anche il reintegro, un’opzione rifiutata dai texani, che hanno scelto Tiago Pinto come general manager.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy