I dubbi di Lotito su Juve-Inter: scatta l’indagine, rischio deferimento

“Oggi io sono a un punto dalla Juventus, e solo per Juve-Inter che vabbè, l’avete vista”: è la frase presa di mira dalla Procura federale

di Redazione, @forzaroma

“Oggi io sono a un punto dalla Juventus, e solo per Juve-Inter che vabbè, l’avete vista”. A parlare è Claudio Lotito, presidente della Lazio, in un’intervista concessa a La Repubblica il 26 aprile scorso. Quella frase, adesso, è diventata oggetto di indagine da parte della Procura federale. I sostituti procuratori della Figc hanno infatti aperto un procedimento, convocando il patron biancoceleste per chiarimenti.

Cosa intendeva Lotito? Che la partita non sia stata regolare? E, nel caso, perché? Saranno probabilmente queste le domande degli inquirenti, che in casi del genere, con dichiarazioni ufficiali rilasciate alla stampa da dirigenti e tesserati, sono tenuti ad aprire d’ufficio un fascicolo. Quello che succederà dopo dipende innanzitutto dalle risposte che Lotito fornirà durante l’audizione, riporta “Il Tempo”.

Qualora il presidente dovesse fornire elementi e informazioni che mettano in discussione la regolarità di quello Juventus-Inter giocato l’8 marzo all’Allianz Stadium a porte chiuse, dopo un infinito balletto di ipotesi, rinvii e polemiche, allora la Procura federale dovrebbe aprire un’indagine per illecito sportivo. In caso contrario, gli inquirenti potrebbero valutare il deferimento di Lotito per dichiarazioni lesive, come disciplinato dall’articolo 23 del nuovo Codice di giustizia sportiva che vieta appunto “le dichiarazioni lesive della reputazione di persone, di società o di organismi operanti nell’ambito del CONI, della FIGC, della UEFA o della FIFA”.

Questo dicono le norme, non resta che attendere le spiegazioni del patron laziale, che adesso vedrebbe la sua squadra in testa alla classifica col campionato sospeso se quella partita di Torino fosse finita con un altro risultato. O se non si fosse giocata, com’era possibile visto che l’Inter aveva spinto per recuperare prima la gara saltata contro la Sampdoria. Ma quello a cui alludeva dicendo che “Juve-Inter l’avete vista tutti” lo sa soltanto Lotito e sarà lui a spiegarlo in Procura.

Gli uffici di Via Campania, dove si svolgono solitamente le audizioni, sono ancora chiusi dopo lo stop delle attività per il coronavirus. Potrebbero comunque riaprire in questi giorni per gli interrogatori. Nel caso specifico i termini dell’indagine sono di 60 giorni dall’apertura del procedimento, quindi scadrebbero il 26 giugno, ma per tutti i procedimenti i termini sono stati sospesi e riaperti dal 18 maggio vista la pausa a cui sono stati costretti anche gli ispettori federali. Nel frattempo il campionato sta per ricominciare, con lo stesso Lotito impegnato in prima linea per la ripartenza. La sfida scudetto con la Juve, adesso, si fa ancora più tesa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy